avatar login

Pagina 2 di 5

La femmina è meravigliosa

Vita impaziente di Andrea Pazienza

di Tony di Corcia

Mercoledì 12 marzo, presso l’Hotel Cicolella, si è svolta un’interessante conviviale con la presentazione del libro “La femmina è meravigliosa.Vita impaziente di Andrea Pazienza” dello scrittore e giornalista Tony di Corcia.

A presentare l’autore la socia rotariana Maria Buono che, dopo aver illustrato le pregevoli pubblicazioni su personaggi della Moda e della Poesia, ha sottolineato le peculiarità del percorso letterario dell’Autore, basato sulla ricerca biografica di personaggi speciali, amati dal pubblico, di cui delinea al meglio tratti e personalità dando vita a vite umane uniche. L’opera ultima vuole essere un omaggio, a 30 anni dalla morte, ad Andrea Pazienza, uno dei più celebri fumettisti italiani, abile disegnatore e pittore, a cui è dedicato il Palazzetto dell’Arte di Foggia.

Entrato nella leggenda come colui che, in pochi anni, con le sue intuizioni linguistiche, i suoi personaggi, le sue storie, ha rivoluzionato la cultura degli anni 70, precursore dell’estetica moderna e della graphic novel, PAZ è ancora oggi oggetto di prestigiosi riconoscimenti, Mostre, Libri e Tesi di laurea. Tra i personaggi, famosissimi Pentothal, Zanardi, fino al più sofferto e autobiografico Pompeo. L’Opera vuole rendere giustizia al genio e alla persona dell’artista, sulla cui morte a soli 32 anni, per overdose, sono state espresse le concetture più assurde, fino ad interpretazioni psicoanalitiche. Originale la struttura narrativa poiché a parlare sono le Donne, che hanno “costellato e vissuto” l’esistenza dell’Artista. Dalle tante testimonianze viene fuori un ritratto sfaccettato e controverso ma Tony di Corcia, da eccellente narratore, con arguzia e delicatezza, quasi in punta di piedi, entra nel vissuto del protagonista, descrivendo il contesto storico e ambientale, le contestazioni studentesche a Bologna, le inquietudini giovanili, ma soprattutto le bellezze del Gargano, rendendo la narrazione piacevole e interessante. Numerose le domande utili ad appofondire il personaggio. La socia Maria Buono ha concluso con una sua riflessione personale evidenziando i molti elementi che accomunano i due artisti, quali l’estro, la sensibilità, la cultura, il senso filosofico della vita, la riservatezza e l’inquietudine.

Paolo Di Fonzo

         CONCORSO LEGALITA’ E CULTURA DELL’ETICA LEGALITA’

Venerdì 29 Marzo, in Roma, nell’Aula Magna della Biblioteca Nazionale Centrale, tra gli altri sono stati premiati alcuni alunni della Scuola Media Zingarelli di Foggia che, sponsorizzati dal nostro Club, hanno partecipato al Concorso organizzato ogni anno dal Distretto 2080 di Roma. Ai ragazzi della predetta Scuola, magistralmente seguiti dal Dirigente scolastico Mirella Coli e dalla docente Anna Fusco, sono stati assegnati due premi ed una menzione: 2^ premio (un personal computer) per il settore fotografia a Federico Argento sez 1^ F per la foto dal titolo “Diversi? No…..Uguali!; 3^ premio (un tablet Samsung) a Francesco Guerra, Filippo Lops ed Ivan Vigilante per il quadro di tecnica puntinato raffigurante una colomba; menzione a Wanda Marasco (targa ricordo) per il disegno “L’albero della Legalità”. I ragazzi, accompagnati dai genitori e dal Presidente del club Raffaele Barone, in una festosa atmosfera, hanno personalmente ritirato i Premi. E’ questo anche un successo del Club da tempo impegnato nella diffusione della Legalità e dell’Etica. Due i Progetti avviati da anni al riguardo: il Progetto Legalità, giunto alla 5^ edizione, dedicato ai ragazzi delle Scuole medie, è un rilevante service con il quale il Club “U. Giordano” invita a riflettere sul rapporto tra Legalità e complesso mondo giovanileattraverso percorsi tematici, quali “gioco d’azzardo ed usura- educazione alle differenze ed al rispetto delle diversita’: identità di genere ed orientamento sessuale - sicurezza stradale- uso di alcol e droghe- cyberbullismo e distorto utilizzo del web”; il Progetto Conversazioni Etiche, giunto alla 2^ edizione, rivolte essenzialmente agli studenti degli Istituti superiori, nelle quali illustri e qualificati relatori, per lo più soci, trattano le più variegate tematiche dall’ambiente alle religioni, dall’informazione alla tutela del patrimonio artistico, dalle frodi alimentari alla manipolazione degli animali, e così via… I due Progetti sono coordinati il primo dal socio Paolo Di Fonzo ed il secondo dal socio Luciano Magaldi.

Paolo DI FONZO

Conversazioni Etiche: la sfida del futuro

LA CONOSCENZA DEI PRINCIPI COSTITUZIONALI PASSA PER LA SCUOLA

 

Sabato 12 gennaio, presso il Liceo Classico Lanza di Foggia, si è svolto il primo degli incontri del secondo ciclo “Conversazioni Etiche: la sfida del futuro”, iniziativa ideata ed organizzata dal Rotary Club Foggia “U. Giordano”.

Il tema proposto alle classi del Triennio ha avuto come oggetto la Carta Costituzionale, dalla sua promulgazione ed adozione nell’Ordinamento Italiano ad un attento approfondimento dei suoi Principi posti a garanzia dei diritti e delle libertà fondamentali dell’uomo.

Relatori sono stati il sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, Dott.ssa Giulia Falchi e l’avvocato Michele Vaira, moderati dall’avvocato Enrico Rando, questi ultimi soci del Club.

Nell’ambito del progetto dedicato all’Etica la Conversazione sulla Legalità si è posta l’obiettivo di diffondere tra gli studenti il valore dei principi costituzionali attraverso un confronto adeguato e consapevole, utile alla realizzazione di un percorso formativo di ampio raggio.

L’avvocato Vaira ha illustrato i primi articoli della Costituzione, anche attraverso la proiezione di slides illustrate molto significative, al fine di sensibilizzare le Nuove Generazioni sul valore della Legalità e sulla necessità di adozione e rispetto delle regole in una società civile perché, solo interiorizzando i principi cardine della Costituzione, si potrà educare alla tolleranza ed all’accettazione dell’altro.

Il Pubblico Ministero, Dott.ssa Falchi, ha incentrato la propria relazione sottolineando l’importanza, dettata dalla Costituzione, del nesso inscindibile tra diritto e dovere, e ponendo l’accento sull’esigenza di sviluppare un senso critico, sin dalla giovane età, per riconoscere i percorsi della legalità.

Il sano confronto che ne è scaturito, anche attraverso domande e richieste di chiarimenti, ha stimolato i ragazzi a valorizzare anche l’ambito scolastico come luogo in cui si esercitano quei valori che sono alla base della convivenza civile.

Enrico RANDO

Diamo una possibilità a chi ha speciali abilità

Iniziativa di promozione sociale del cub Interact Foggia “Umberto Giordano”

Vivacità entusiasmo capacità sono i requisiti che Sabato 5 Gennaio, dalle ore 10 alle 20, in Corso Vittorio Emanuele 4/A, hanno caratterizzato la manifestazione “Diamo una possibilità a chi ha speciali abilità” promossa dal club Interact Foggia “Umberto Giordano”, sponsorizzato dal club padrino “U. Giordano”, presidente il dr. Raffaele Barone. Notevole l’impegno nella vendita di biglietti, quasi 300, in un sabato freddo e nevoso, il cui ricavato sarà devoluto al Festival inclusivo della canzone CANTASSORI alla sua 18^ Edizione. Uno dei più interessanti eventi artistici inclusivi promossi dall’Assori onlus, associazione da 40 anni impegnata nella diffusione della cultura dell’inclusione sociale delle persone con disabilità. Il CantAssori, gemellato con altri importanti festival, quali il Cantagiro, porterà a fine maggio sul palco del prestigioso Teatro Giordano una kermesse canora che coinvolgerà media, territorio, cittadinanza,  e artisti di rilevanza nazionale. Oltre ai Premi per i primi 3 classificati, è contemplato anche un premio per il miglior brano inedito proposto da un cantautore, dedicato a “Stella Carestia”, volontaria Assori, che ha dedicato la sua vita all’inclusione e integrazione.

Il giovane club Interact, nato da un anno, rappresenta un fiore all’occhiello per il RC “U. Giordano”. I 34 Soci, animati da vero spirito rotariano, sono attivamente impegnati in progetti umanitari sul Territorio a sostegno dei meno fortunati o svantaggiati, desiderosi di elevare quel tessuto sociale che spesso li penalizza. Non a caso lo slogan “Diamo una possibilità a chi ha speciali abilità”, che contempla la loro filosofia rotariana del rimuovere le cause del disagio e non del fare beneficienza.Promotrice del Festival la psicologa Maria Elena Mastrangelo, sempre impegnata in iniziative di avanguardia per le persone con disabilità. L’augurio per i nostri giovani Interactiani è di continuare sempre con responsabilità ed entusiasmo in iniziative di promozione del nostro Territorio. Non potevano scegliere service migliore per le festività natalizie.

MARIA BUONO

Venerdì 21 Dicembre, nell’elegante ed austero Circolo Daunia di Foggia, il più antico e prestigioso ritrovo della Città, si è svolta la tradizionale Festa degli auguri natalizi
del Club Foggia “U. Giordano”, arricchita quest’anno dalla presenza fresca e gioiosa di alcuni ragazzi dell’Interact Foggia Umberto Giordano, con il Presidente Corrado Curatolo, ed in particolare del giovane brasiliano Matheus Palomares, ospite dell’interactiano Giulio Marotta e della sua famiglia, grazie allo scambio giovani. Semplice ed affettuoso il saluto dell’Assistente del Governatore Francesco Corvelli seguito dall’intervento del Presidente del Club Raffaele Barone che ha regalato a Matheus la maglia rossonera del Foggia Calcio insieme al guidoncino del Club, in ricordo della serata e del suo soggiorno a Foggia.

Poi tutti i soci si sono scambiati gli auguri natalizi nel più autentico spirito rotariano, rinnovando reciprocamente l’impegno a sostenere i numerosi progetti del Club e ad operare sul territorio al servizio dei più umili e bisognosi che in questi giorni sono ancor più nel cuore di tutti.

Paolo DI FONZO

“Adolescenza al Centro” è stato il titolo dell’incontro che ha caratterizzato la giornata di domenica 18 Novembre, organizzata dall’Interact Foggia “Umberto Giordano”, per parlare di problematiche adolescenziali.

Nella residenza di campagna della socia Maria Buono, una delle fondatrici del Club Interact, alla presenza di Raffaele Barone, presidente del club padrino “U. Giordano”, Paolo di Fonzo e Renata Montini, anch’essi delegati Interact, in un clima di gioiosa convivialità, si è svolto l’interessante incontro che ha visto il coinvolgimento anche dei genitori, ben felici di partecipare ad un dialogo intergenerazionale e di confronto con altre famiglie su problematiche educative comuni. Relatore, attento e sensibile, è stato il prof. Salvatore Iuso, docente psicologo, pedagogista, ricercatore ed esperto di temi riguardanti la psicologia e le dinamiche comportamentali dei giovani.

Incisivo e diretto il saluto del presidente Interact Corrado Curatolo che, oltre ai ringraziamenti per l’ospitalità, ha espresso alcune considerazioni sul giovane Club, che si onora di rappresentare e che vanta ben 33 iscritti. Con orgoglio ha parlato del Club come un gruppo coeso di ragazzi, legati da un forte senso di amicizia e di solidarietà, che pensano in empatia e si muovono in sinergia realizzando sul Territorio significative iniziative che, iniziate nello scorso anno, proseguono in questo anno nello spirito rotariano più autentico di servire chi vive nel disagio. Interessante la relazione del prof. Iuso che ha esposto un approfondito studio sull’adolescenza ed i suoi disagi, dovuti ai cambiamenti corporei e psicologici, che investono sia ragazzi che ragazze. Particolarmente interessati e coinvolti i genitori, spesso in difficoltà nel dover affrontare queste problematiche e talvolta impreparati a gestire i cambiamenti. Preoccupazioni, ansie, paure sono emerse dagli interventi, soprattutto a causa delle difficoltà nel comprendere le moderne tecnologie.

Nel concludere si è dovuto convenire sulla necessità di creare un sistema educativo che coinvolga famiglia, scuola, amici ed educatori. Il prof. Iuso ha invitato i genitori a porre la propria attenzione più che ai cambiamenti fisici a quelli psicologici che determinano la costruzione dell’identità della persona e del suo benessere.

Maria BUONO

Davvero interessante la 1^ Assemblea distrettuale Interact Distretto 2120, svoltasi Domenica 21 Ottobre a Lucera, presso il Liceo Bonghi-Rosmini, alla presenza del Governatore Donato Donnoli, dei Presidenti dei Club Interact, dei Soci rotariani, Dirigenti Scolastici, genitori e numerosi giovani, appartenenti ai vari club di Puglia e Basilicata.

Tema dell’Assemblea “Le dipendenze giovanili”, trattate sotto diversi aspetti: “Paura o troppa sicurezza? Cosa ci spinge a superare il limite?” a cura di Mara Pinto R.D. Interact Distretto 2120;

“Le dipendenze adolescenziali” a cura del dr. Andrea Croce psicologo; “Gambling e Gaming nell’adolescenza” a cura del dr. Donato Donnoli, Governatore del Distretto.

Presenti all'Assemblea 9 Club, rappresentati dai Presidenti dei Club Interact: Giusy Di Giovine (Bonghi-Rosmini Lucera)- Sara Dotoli (Dante Alighieri Lucera -) Corrado Curatolo (Umberto Giordano Foggia)- Raffaele Principito (San Severo) -Marta De Tommasi (Matera) Alessia Dapoto (Potenza -Torre Guevara) -Annachiara De Rubeis (Venosa) -Feliciana Guglielmi (Bisceglie) -Carlo Eduardo Mafrolla (Manfredonia).

Particolarmente interessante la relazione del Governatore, che ha trattato l’argomento da un punto di vista medico scientifico, essendo specializzato in Farmacologia. Ricca l’esperienza professionale di Donnoli come Ricercatore in ambito farmacologico per conto del Ministero dell’Università e della Ricerca, cui ha contribuito con lavori personali di ricerca in diversi Congressi di Farmacologia nazionali ed internazionali. In virtù di tale esperienza ha esposto con maestria il problema del disagio giovanile ed in particolare il fenomeno delle dipendenze patologiche, risultato di tre fattori concatenati tra loro: sostanze e/o comportamenti di abuso; consumatori e/o esecutori del comportamento di abuso; ambiente sociale in cui si attua l’incontro. Ignorare uno dei tre fattori è fuorviante e solo attraverso un’attività integrata bio-psico-sociale si potranno curare le dipendenze. Questo è stato il messaggio forte che ha rivolto agli oltre 200 studenti, particolarmente attenti ad una tematica che li coinvolge da vicino. A conclusione il Governatore ha consegnato un attestato di partecipazione e di merito sia ai Presidenti dei Club Interact che ai Dirigenti Scolastici e alla responsabile distrettuale Interact Lina Lenzi.

E’ poi seguita la visita guidata al Museo civico “Fiorelli” di Lucera.

Maria Buono

Sabato 20 ottobre presso l’Hotel Cicolella, alla presenza dei Soci, di Ospiti rotariani e dell’Assistente del Governatore, Francesco Corvelli e Consorte, si è svolta la visita del Governatore Donato Donnoli. Accogliente e sereno il clima instauratosi fin dall’inizio, in un rapporto di amichevole complicità, all’insegna di un piacevole e intenso afflato rotariano. Dopo il saluto del presidente, Raffaele Barone, che ne ha letto il ricco curriculum, la parola è passata a Donato che nella sua relazione ha ripercorso le tappe più significative della storia rotariana ribadendo quali sono i valori pregnanti che la caratterizzano: Amicizia, Diversità, Integrità, Leadership e Servizio.<Ispirati da tali valori, ogni rotariano, con mente e cuore, deve operare per la solidarietà; il "servizio per gli altri” costituisce la vera missione rotariana; solo sviluppando la cultura del “servire al di sopra di ogni interesse”, ogni azione o progetto di club contribuirà a rafforzare la comprensione e la pace nel mondo>. Queste le affermazioni molto sentite del Governatore, che ha tenuto a precisare che il motto “Siate di ispirazione”caratterizzerà l’intero anno rotariano, e che, personalmente, promuoverà nei progetti e nelle azioni di tutti i Club del Distretto un cambiamento positivo e duraturo. <Un significativo lavoro ci aspetta, affinché le nostre comunità possano beneficiare di quella che il Presidente Internazionale Rassin chiama: “La magia del Rotary”. Una “magia” che i social ci aiuteranno a diffondere”.“Be the Inspiration” ha ripetuto più volte guardando i presenti negli occhi.<Pronti ad agire> è stato il monito finale, precisando che l’apporto che il Rotary può dare alle Comunità locali contribuisce allo sviluppo delle stesse, partendo dall’idea di un Paese che fa della loro bellezza la chiave del futuro. Favorendo, infatti, il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche, si promuove lo sviluppo, la coesione e la crescita responsabile e sostenibile del territorio. A questo impegno chiama il Governatore, Donato Donnoli, e il RC Foggia “U. Giordano” è “pronto ad agire!”

Foto-2-visita-governatore
Foto-3-visita-governatore
Foto-governatore-5
Foto-governatore-6

MARIA BUONO

 

Il Club Foggia “U.Giordano” in visita al 32° Stormo dell’Aereonautica Militare di Foggia-Amendola.

Il fascino della divisa, il fascino del volo. Sono state queste le sensazioni, le emozioni che hanno vissuto i soci del Club, martedì 18 Settembre scorso, nella Base Aerea di Amendola, sede del glorioso 32° Stormo dell’Aereonautica Militare. Con amabile spirito di accoglienza, il comandante dello Stormo, Colonnello Davide Marzinotto, ha illustrato al nutrito gruppo di soci, alla presenza dell’Assistente del Governatore Francesco Corvelli e del Presidente del Club Raffaele Barone, la storia e l’attuale organizzazione della Base, istituita nel 1936.

Dopo varie ed alterne vicende, l’Aeroporto, già sede della Scuola di Volo Aereo Basico Avanzato, ospita oggi il 32° Stormo, uno dei più importanti e prestigiosi Reparti Operativi dell’A.M. che attualmente dispone di aeromobili Predator a pilotaggio remoto (APR) impiegati nella sorveglianza aerea del Mediterraneo, ma anche in operazioni umanitarie e di supporto alla sicurezza interna, (G8, Giubileo Straordinario ed altre). Dal 2016, il 32° Stormo, prima Base in Europa, acquisisce il Velivolo F35 JSF (Joint Strike Fighter) inserito nel 13° Gruppo Volo.

E proprio il comandante del Gruppo, maggiore Maurizio De Guida, ha mostrato la strabiliante capacità tecnico-operativa del F35, il Caccia invisibile utilizzabile per compiti di supporto aereo ravvicinato, bombardamento tattico e missioni di superiorità aerea. Prima di congedarci, il Presidente Raffaele Barone ha ringraziato entrambi gli Ufficiali per la mattinata davvero interessante trascorsa in una Struttura che affonda le radici in un importante passato aereonautico, che opera nel presente con passione e che si predispone al meglio per affrontare le sfide del futuro.

Paolo DI FONZO

                                                                                                                                                    

                                                                          

                                                                                                                                                          

 

Interact: Scambio del martelletto

Foggia 14 Settembre 2018

Serata emozionante non solo per i ragazzi dell’Interact Foggia “Umberto Giordano” ma per tutti i presenti, Soci del club Sponsor “U. Giordano”, rappresentati dal Presidente Raffaele Barone, nonché genitori ed amici. Lo Scambio del martello rappresenta sempre un evento significativo ma per i giovani interactiani ha segnato una pagina importante poiché con lo scambio di presidenza tra Francesco Nigri e Corrado Curatolo, subentrato, si è celebrato il primo anniversario della costituzione.

È trascorso un anno da quando, su invito del presidente Luciano Magaldi e dei soci Paolo Di Fonzo e Maria Buono, 29 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 16 anni si sono riuniti per sancire un sodalizio di amicizia nello spirito rotariano della fratellanza e del servizio per il bene comune. Sin da subito sono stati sapientemente affiancati e guidati da Antonella Riccardo, socia del club Foggia Capitanata. A dir poco entusiasmante è stato il percorso da loro seguito, testimoniato dalle tante iniziative realizzate sul Territorio che hanno consentito di ricevere a Giugno scorso un riconoscimento di merito dal Distretto. Molti sono i Progetti per l’anno 2018-19, esposti con entusiasmo dal presidente Corrado Curatolo: la ristrutturazione di un campo da calcetto; “Cinema all’aperto” per inviare messaggi di rispetto e tutela della Città mediante film ambientali; “Cibo per i poveri” per sensibilizzare alla solidarietà; “Area verde” per allestire un’area verde riservata ai più piccoli; ed infine “Gite in Puglia” per consentire a tutti di conoscere il proprio Territorio.

Il passa parola sulle iniziative e progetti Interact ha registrato numerosi consensi tra i giovani e nelle famiglie, entusiaste che i loro figli possano operare insieme per realizzare progetti umanitari e di impatto ambientale. Ciò ha favorito l’ingresso di ben 9 nuovi soci: Bono Martina- Bouhaik Manar -Erione Eduardo -Faccilongo Giorgia- Leone Fabrizia -Leone Matilde -Marotta Adriana -Mennitti Giordana -Nobili Francesca Romana.

Lo spirito degli interactiani ben si coniuga con il motto del Governatore Donato Donnoli: <Siatediispirazione- mente ecuore per la solidarietà>. Noi auguriamo ai nostri ragazzi di essere di esempio nella Società, a Scuola, in Famiglia, per sentimenti e ideali ma, soprattutto, rivolgiamo l’auspicio di divenire forza trainante per tanti giovani con le loro azioni di solidarietà e di pacifica convivenza.

Maria BUONO

 

Alcune foto della serata

 

IMG-20180921-WA0006
IMG-20180921-WA0007
IMG-20180921-WA0008
IMG-20180921-WA0009
IMG-20180921-WA0010
IMG-20180921-WA0011
IMG-20180921-WA0012
IMG-20180921-WA0013

 MG 0568 copy

Di seguito alcune immagini del passaggio di consegne del martelletto dal vecchio Presidente dott. Magaldi al nuovo Presidente dott. Barone

MG0568-copy
MG0347-copy
MG0589-copy
MG0598-copy
MG0617a-copy

“INSIEME IN PASSERELLA”

Sfilata di Moda di abiti di nuova creazione e vintage

Foggia 8 giugno ore 18.30 Palazzo Dogana. Alla presenza di un numeroso pubblico, del Presidente della Provincia Francesco Miglio, della Consigliera di Parità Antonietta Colasanto, del presidente del R.C “U. Giordano”, Luciano Magaldi, dell’assistente del Governatore, Antonio Stango, di Soci Rotariani e amici, si è svolto l’evento “INSIEME IN PASSERELLA” che ha segnato la conclusione del progetto “I saperi x l'inclusione” –Corso di Sartoria, promosso dal R.C Foggia “U. Giordano” e coorganizzato con l’Ufficio di Parità della Provincia. Partners: la Caritas Diocesana, che ha messo a disposizione un’ampia sala del Conventino, la Fondazione Siniscalco Ceci e le Acli.

Il progetto risponde pienamente alle finalità del Rotary, impegnato a livello mondiale in service di utilità per il bene comune e per la collettività, rappresentando in tal senso un’iniziativa importante per il Territorio, volta alla solidarietà e all’integrazione. Infatti, come ha dichiarato il presidente del Rotary, Luciano Magaldi, l’iniziativa è stata volta a favorire l’incontro di culture diverse, di crescita professionale e di inclusione, un contributo, benché piccolo, concreto all’auspicabile risoluzione del complesso problema “diversità” e “inclusione”. Per questo motivo, il Progetto ha trovato subito positivo riscontro nelle politiche sociali della Consigliera di Parità, istituzionalmente impegnata nella tutela delle donne e nel riconoscimento della loro dignità.

Nel suo intervento, la responsabile del progetto, Maria buono, socio rotariano, ha illustrato il percorso svoltosi presso il Conventino Diocesano per 7 mesi da novembre a fine maggio, e caratterizzato da un Modulo di Lingua italiana- a cura della mediatrice culturale Valeria Pacilli- e 4 Moduli di sartoria e modellistica a cura di Michela Quitadamo, docente di Sartoria e Modellistica, disponibile e attenta alle esigenze delle Corsiste. 24 Donne extracomunitarie ed italiane, che hanno seguito il corso, tra cui 8 alunne dell’Accademia di Belle Arti di Foggia e dell’Istituto Pavoncelli di Cerignola, che hanno svolto il ruolo di Tutor con sensibilità e profondo senso di solidarietà favorendone l’integrazione.

La sfilata, presentata dalla giornalista Giovanna Greco, è stata arricchita da alcuni balletti delle allieve di Spazio Danza di Lucia Fiore, tratti dal Don Chisciotte –Variazioni Kitri e “Dal Lago dei cigni” di Cajkovskij, eseguiti dalle bravissime Valentina De Rosa e Letizia Quitadamo.Hanno sfilato, per Quadri, abiti anni ’50- ’60- ’70, nonché un Quadro elegante realizzato da alcune allieve come risposta di determinazione al furto subito. A completamento la Couture dell’Istituto Pavoncelli di Cerignola, con 10 abiti, sfarzosie curati nei minimi dettagli, frutto di anni di studioe ricerca continua, quale contributo che le Allieve hanno voluto riservare per arricchire la sfilata. Ha concluso Miss Puglia, Francesca Danieli, testimonial della sfilata.

Prima di porgere i ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile l’iniziativa, Maria Buono ha illustrato in un Power Point foto e bozzetti dei vestiti rubati, evidenziando quanto impegnativo sia stato il percorso, costellato da ostacoli anche logistici, oltre che dal furto che ha vanificato tutto il lavoro e impegno profusi ma, nello stesso tempo, ha registrato una risposta di grande determinazione e dignità: la realizzazione di nuovi vestiti e la volontà di realizzare la sfilata a testimonianza della validità del Corso. I loro sentimenti sono stati espressi, come messaggio, nell’ultima slide del power point: <Il coraggio e la perseveranza possiedono un talismano magico di fronte al quale le difficoltà scompaiono e gli ostacoli svaniscono nel null> - John Quincy Adams.

Sono stati conferiti gli Attestati di partecipazione alle 24 Corsiste e di Merito a Michela Quitadamo- Antonietta Mirra e Valeria Pacilli per la professionalità e passione. Le Corsiste, come atto di riconoscenza e di affetto, hanno fatto dono di collane realizzate da loro durante l’attività laboratoriale.

Un ringraziamento particolare a Franci Parisi, che ha curato il portamento delle ragazze rendendole delle vere modelle.

Maria Buono ha ringraziato inoltre tutti coloro che hanno concorso per l’ottima riuscita dell’evento: Antonio Zanni, che ha curato i rapporti con Caritas –Emmaus e coordinato le Corsiste; Teo della Caritas, Lucia Pepe dell’Azienda Lucas che ha donato le stoffe; Lucia Fiore per la partecipazione delle Allieve di Spazio Danza; Nino Biccari parrucchiere che ha curato Accongiature e Trucco; Ermanno Loco- Servis; Maria Pia Loiacono per le splendide composizioni floreali e tutte le Corsiste, giovani e meno giovani, che hanno frequentato con entusiasmo il Corso. Non resta, come giustamente ha affermato l’assistente del Governatore, Antonio Stango, che continuare poiché la sfilata dell’8 giugno non è un punto di arrivo ma solo un primo step per programmi futuri, più ambiziosi, finalizzati al reale inserimento di donne extracomunitarie nel contesto lavorativo territoriale. L’obiettivo è di aprire una Sartoria Solidale che permetta di esercitare un’attività che conferisca autonomia, dignità e autostima a tante donne straniere che si fermano nella nostra Città con la speranza di un futuro. A nome di tutti i rotariani, appartenenti a Foggia, città dell’accoglienza, ha dichiarato di essere orgoglioso del significativo risultato ottenuto, poiché il pregiudizio non appartiene al Rotary!

Maria BUONO

Di seguito alcune immagini della serata

025
044
051
053
055
061
065
070
095
097

Pagina 2 di 5

Presidente

 

Raffaele Barone

Il Club U. Giordano

Correva l’anno 1992 allorquando il grande Distretto 2100 (oggi 2120), ravvisò la necessità di costituire nella città di Foggia un secondo Club.
Dopo varie riunioni propedeutiche, in data 23 luglio 1993 si compì felicemente il parto con la consegna della Carta, dando vita al Rotary Club Foggia “U. Giordano”.

Leggi tutta la storia

Contatti

Presidente icona mail1

Segretario icona mail1

Prefetto icona mail1

 

 

 

C.F.: 94021750719

All for Joomla All for Webmasters